Da bambina ho praticato diversi sport: dal nuoto alla danza, ma la vera passione è scattata per la pallavolo. Ho iniziato in terza elementare e ho giocato a livello agonistico fino ai 19 anni. Poi ho iniziato l’università, ho abbandonato il ruolo di giocatrice per passare a quello di allenatrice delle squadre giovanili. Sono tornata a giocare solo dopo la laurea, abbandonando però l’agonismo. La passione per questo sport mi ha portato a gestire per 12 anni l’organizzazione di un torneo estivo nel mio paese, con l’unico scopo di aggregare giovani sportivi e devolvere il guadagno in beneficienza.


Ho lavorato in più centri sportivi e riabilitativi ma l’esperienza lavorativa più lunga è stata quella decennale in un centro riabilitativo. Qui ho seguito:

  • protocolli post-operatori per interventi a ginocchio, spalla, caviglia, anca;
  • percorsi di apprendimento dell’uso corretto della propria colonna vertebrale, alla correzione di posture scorrette o vizi posturali in modo da ridurre e contenere problemi vertebrali quali per esempio lombalgie o cruralgie;
  • corsi di ginnastica dolce vertebrale;
  • gruppi di ginnastica correttiva per giovani e adolescenti affetti da vizi posturali o paramorfismi della colonna vertebrale, quali scoliosi, iperlordosi, dorso curvo.

Dal 2015 ho iniziato ad attivare corsi di soft gym tutti miei collaborando con l’ASD Studio Soleluna: mi piace occuparmi al meglio e col sorriso di ogni persona che mi capita, sia che decida di aderire alle lezioni di gruppo, sia che l’approccio sia individuale.

Spesso molte persone hanno una storia di dolore da rispettare che le porta ad avvicinarsi ad una pratica di esercizio fisico più soft, più controllato, più sicuro che le può aiutare ad alleviare il dolore e trasformarlo in un ricordo pregresso grazie all’apprendimento di nuove abitudini.

Non solo: amo creare un clima cordiale, solare, sereno all’interno dei gruppi perchè ogni persona possa riscontrare non solo beneficio fisico, attraverso gli esercizi, ma anche il beneficio nel socializzare e nel prendersi cura di se stesse almeno un paio d’ore alla settimana.